Criterion


is a declaration of poetics.
is the choice of the impossible of a community or of an impossible community.
is the sieve, the krinein, the crisis, the critique. Is never the rule, maybe the canon.
is the sophistic, without the rhetoric.
is the heterogeneity of reasons and the plurality of voices.
It is not an antithetic, with the synthesis at or in the bottom. Rather, a poly-perspectivism that becomes a method.
is a pretension, a presumption, a pretext.
is a determined, persevering urgency, which accepts the wounds in the time and the clotting in a point.
is a woman’s name, a nuance, an arrow, an effect in the distance.
is the arabesque of an old and new key, made of rust that shines in the sun, of sun that has the colour of a new rust.



Criterion Editore

Criterion Editrice

è una dichiarazione di poetica. è la scelta dell'impossibile di una comunità o di una comunità impossibile. è il setaccio, il krinein, la crisi, la critica. Mai la norma, forse il criterio. è la sofistica, senza la retorica. è l'eterogeneità delle ragioni e la pluralità delle voci. Non è un'antitetica, ma neppure una dialettica, con la sintesi in fondo o al fondo.

Via Val di Bondo, 15
20161 - Milan
IT
redazione@criterioneditrice.com